E’ MORTO UMBERTO VERONESI

E mentre negli Stati Uniti si votava, in Italia moriva Umberto Veronesi, l’oncologo che il mondo ci invidiava.

E’ morto a novant’anni, ma l’avremmo voluto eterno. Per alcuni, ci dovrebbe essere una legge divina speciale.

Era l’oncologo che il mondo ci invidiava, il padre della senologia, colui il quale aveva trascorso l’intera a studiare e a combattere il cancro. In particolare si era occupato del tumore del seno, prima causa di morte nell’universo femminile. Al suo attivo cinque milioni di donne salvate, in tutto il mondo, grazie alla tecnica da lui inventata.

La quadrantectomia, l’intervento di chirurgia conservativa della mammella , fu messo a punto, per la prima volta, proprio da Umberto Veronesi, a metà degli anni ottanta. Questo intervento, associato alla radioterapia, garantiva da un lato un buon risultato estetico e dall’altro, la stessa efficacia di trattamenti demolitivi, in uso fino a quel momento.

Grazie Professore per tutto quello che ha fatto per i malati di cancro e in particolare per le donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.