PD, SORU SEMPRE PIU’ SOLO

 

Tutto come da copione: la minoranza capeggiata dal senatore Ignazio Angioni si guarda bene dal fornire il salvagente a Renato Soru, che al momento naviga in acque sempre più agitate.

 

Come dovevasi dimostrare: il gruppo Angioni – Barracciu si guarda bene dal tendere una mano a Renato Soru – e chi poteva essere così ingenuo da pensare il contrario?

Dopotutto, proprio il senatore si presentò alle primarie in contrapposizione a Renato Soru, quindi ora non si capisce perché  gli avrebbe dovuto togliere le castagne dal fuoco. A ben vedere Soru si trova in una situazione che ha creato da solo e chi è causa del suo mal pianga se stesso.L’eccesso di decisionismo o mancanza di concertazione, -aspetto di cui se ricordate lo accusarono anche alcuni assessori della sua giunta, Dadea tra gli altri, ma non ultimo l’attuale presidente Pigliaru- gli ha creato il vuoto intorno anche stavolta e il momento si presenta quanto mai delicato. Una guerra interna a ridosso dalle elezioni amministrative a Cagliari non conviene a nessuno, quindi siamo- quasi – certi che prevarrà il buonsenso-anche se sappiamo che il PD è bravo a farsi male da solo come pochi altri.

A questo punto Renato dovrà fare proposte convincenti per rimettere insieme i pezzi che finora lo hanno sostenuto, e traghettare il partito fino alle elezioni. Solo allora inizierà la guerra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.