BERLINO, SUL BUS CONVIENE PAGARE

 

Occhio alle trasgressioni : a Berlino se non pagate il biglietto dell’autobus – e siete recidivi- finite dritti in galera

Sarà un Natale molto triste per 68 persone che lo trascorreranno nel carcere di Plotzensee. Non hanno ucciso, forse ad essere davvero severi hanno rubato. Più semplicemente non hanno pagato il biglietto dell’autobus. Sembra incredibile: non siamo in Iran, in Pakistan o nella Corea del Nord, ma nella civilissima Germania, forse un po’ troppo inflessibile.
A Berlino si finisce in galera se venite pizzicati senza biglietto a bordo di un mezzo pubblico per almeno tre volte, e non siete in grado di pagare la multa.
Si sa, Angela è severa, forse un po’ troppo direte voi!
Dal 2013 allo scorso anno i procedimenti penali per aver viaggiato senza essere muniti dell’apposito tagliando sono aumentati di 470 volte, da 480 a 33.273. Ci si chiede come mai. A questo proposito la portavoce dell’amministrazione giudiziaria, Claudia Engfeld, semplicemente spiega :”non fare il biglietto è un reato”. In realtà altre fonti forniscono una diversa spiegazione: la Bvg che si occupa dei trasporti pubblici a Berlino, avrebbe cambiato la società a cui affida i controlli sui mezzi pubblici. E la società a cui è stato affidato il compito di vigilare sul pagamento del biglietto a bordo dei mezzi pubblici, sarebbe particolarmente, diciamo severa.
Unica considerazione: evidentemente a Berlino non c’è il problema del sovraffollamento delle carceri. Pensate alle conseguenze, se, tutto ciò, dovesse accadere nel nostro disastrato paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.